sudpresslogo
SUDPRESSLOGO

MENU

CONTATTI

CONTATTI

MENU

AUTORI

AUTORI


redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

Direttore responsabile

Lucia Agata Murabito

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

Direttore responsabile

Lucia Agata Murabito

IN EVIDENZA

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Sito web realizzato da Flazio Experience

Sito web realizzato da Flazio Experience

ASP CT e i "carrelli defibrillatori": a Catania costano 6.500 euro l'uno (e ne prendono 6), a Siracusa invece 2.500. DALLA STESSA DITTARegione Siciliana, l'app Siciliasicura scomparsa e le interrogazioni dimenticateRuggero Sardo alle 18.00 a "Il salotto del Mago"Carabinieri fanno luce sulla spedizione punitiva dei "Cursoti" a Librino con 2 morti: 14 arrestiASP CT: per la discussa "Operazione vaccini in parrocchia" acquistati zaini pronto soccorso (vuoti!) da 129 euro... che su Amazon...ASP CT: per fare il vaccino occorrono "urgentemente" 10 "poltrone terapia" da 427 euro cadauna?Parco Acquatico Acireale: sempre più scandalosoIl catanese Giuseppe Berretta nominato esperto al ministero del LavoroMaxi sequestro di mascherine: caccia anche nelle aziende sanitarie della SiciliaAss. Cristaldi: Spiagge libere sicure e migliorate, sui solarium invece..

Alle 11 in diretta SudStyle Talk: 700 anni dopo Dante è ancora contemporaneo? E perché?

28-02-2021 06:00

SudTalk

Cronaca, SudStyle, SudTalk, Focus,

Alle 11 in diretta SudStyle Talk: 700 anni dopo Dante è ancora contemporaneo? E perché?

Ospiti David Coco, Manuela Ventura, Filippo Luna e il direttore artistico del Teatro "Tina Di Lorenzo" Salvatore Tringali

Il Talk di SudStyle, diretto da Aldo Premoli e condotto da Pierluigi Di Rosa, in diretta a partire dalle 11 di domenica 28 febbraio, ospiti David Coco, Manuela Ventura, Filippo Luna e collegato da Noto il direttore artistico del "Teatro Tina di Lorenzo" Salvatore Tringali: tutti protagonisti di una proposta artistica fuori dal tempo.

 

Oltre che sulle home page delle testate del gruppo, sulle pagine Facebook di Sudpress e SudStyle e sul canale Youtube.

 

Le puntate di SudStyle Talk saranno riproposte ogni venerdì alle 19.30 su Prima TV (canali 87 e 666 del digitale terrestre), in collaborazione con Umberto Teghini e Lucy Gullotta di SicraPress.

Questa storia per cui tutti, in qualsiasi epoca siano vissuti, sono nostri contemporanei è un pò sospetta. 
Per Sgarbi Caravaggio è “il contemporaneo” e ora pure Dante in questa rassegna in corso al Teatro "Tina di Lorenzo" di Noto viene presentato come “nostro contemporaneo”….
Che si tratti solo di una trovata per rendere meno ostico un poema scritto 700 anni fa, di cui ora 9 attori ne leggeranno un cantico per ogni 9 venerdì lungo l’arco di 3 mesi?
3 canti dell’Inferno, 3 canti del Purgatorio e 3 canti del Paradiso, affidati a 5 attrici e 4 attori, per una lettura che dura in media non più 15’ da seguire in streaming sino a tutto aprile sul canale YouTube dedicato. https://www.youtube.com/watch?v=tk6EW_nvE78
Noi non siamo dantisti, ma una cosa l’abbiamo capita: Dante era uomo del suo tempo, immerso in un sistema culturale e teologico che ha davvero poco a che  fare con noi. Però – e qui sta la sua grandezza – era soprattutto un  poeta straordinario, e la sua Commedia è un racconto enorme e commovente, ieri come oggi.
Sì esatto… commovente.
Ci sono versi di Dante che sono entrati nel linguaggio popolare e nemmeno sappiamo più che li aveva coniati lui : “il Bel Paese” “ la selva oscura” “fatti non foste a viver come bruti…”
Già a fronte della lettura del Canto I dell’Inferno, effettuata lo scorso 20 febbraio da David Coco tra i velluti rossi del Tina di Lorenzo di Noto, è stato impossibile non provare moti inaspettati del cuore…
Si esagera? Ascoltatela con noi domenica e poi ne riparliamo… 
Con noi in studio ci fanno l’onore di partecipare a questo matinée gli attori David Coco, Manuela Ventura, Filippo Luna e collegato da Noto il direttore artistico del Tina di Lorenzo Salvatore Tringali.


schermata2021-02-26alle09-26-19-1614452655.png

David Coco si diploma presso la Scuola d’Arte Moderna del Teatro Stabile di Catania sotto la guida del m° Giuseppe Di Martino e continua il suo percorso di formazione con grandi maestri, tra i quali Andrea Camilleri, Jean-Paul Denizon, Danio Manfredini e Dario Fo che lo dirige nel suo “Il diavolo con le zinne” accanto a Giorgio Albertazzi e Franca Rame.

 

Nel corso degli anni lavora in molti spettacoli di successo ed è diretto tra gli altri Giancarlo Cobelli, Piero Maccarinelli, Ninni Bruschetta e Armando pulgiese. 

Alterna il lavoro in teatro con quello in televisione e nel cinema dove è chiamato spesso ad interpretare personaggi realmente esistiti.

 

Lo ricordiamo nei panni di Gaspare Pisciotta nel film “Segreti di Stato” di Paolo Benvenuti, in concorso al festival di Venezia nel 2004, in quelli del primo pentito di mafia Leonardo Vitale nel film “L’uomo di vetro” di Stefano Incerti che gli vale, in Francia, diversi premi come migliore attore protagonista, in quelli di Pio La Torre nel film “Placido Rizzotto” regia di Pasquale Scimeca; di Ninni Cassarà nella serie tv “Giovanni Falcone, l’uomo che sfidò Cosa Nostra” regia di Andrea e Antonio Frazzi; e in quelli di Bernardo Provenzano nel film tv “L’ultimo dei Corleonesi” regia di Alberto Negrin.

È Leoluca Bagarella nella serie tv “Il Cacciatore” stagione 1 e 2 regia di Stefano Lodovichi e Davide Marengo e nel 2020 interpreta Piersanti Mattarella presidente della regione siciliana ucciso nel 1980 nel film “Il delitto Mattarella” con la regia di Aurelio Grimaldi.


schermata2021-02-26alle09-27-48-1614452820.png

Manuela Ventura debutta nel 1990 con la compagnia di teatro Gruppo Teatro Maria Campagna, tra teatro civile e ricerca nel mondo della lingua siciliana.

 

Si diploma come attrice presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” di Roma, è onoltre laureata in Lettere moderne. 

 

Si ricordano le recenti collaborazioni con il Teatro Stabile di Catania e con i registi Carullo-Minasi, Enzo Vetrano e Stefano Randisi, il progetto “La mia esistenza d’acquario” di P. Rosso di San Secondo, regia Lydia Giordano e le prossime produzioni “Baccanti” regia di Laura Sicignano e “Pinocchio” di F. Scaldati, regia di Livia Gionfrida.

 

Da sempre interessata alla ricerca, collabora con realtà e compagnie teatrali indipendenti e percorsi su nuove drammaturgie, iniziando già nel 1998, con “La corte di Federico II” diretta da Claudio Gioè e con Mimeià diretta da Salvo Piro. 

Ha collaborato inoltre con registe e attori quali Chiara Guidi, Luca Ronconi, Marisa Fabbri, Leo De Berardinis, Nikolaj Karpov, Armando Pugliese, Lamberto Puggelli, Mario Ferrero, Andrea Camilleri, Pino Passalacqua, Micha von Hoeche, Lorenzo Salveti e altri.
 
Lavora per il cinema e la televisione, incontrando, tra gli altri, Ridley Scott, Michele Soavi, Sergio Castellitto, Luca Ribuoli, Isabella Leoni, Francesco Miccichè, Checco Zalone, Massimiliano Camaiti, Giulio Manfredonia. 

Da ricordare, tra le altre, la partecipazione al film vincitore del David Donatello 2015 “Anime Nere” regia Francesco Munzi e di recente, l’interpretazione al fianco di Antonio Albanese nel film “Cetto c’è, senzadubbiamente”. 

Numerosi i premi e i riconoscimenti tra cui il premio Ciak Sicilia 2013 , il premio Pirandello settima edizione , il premio Martoglio 2018.


schermata2021-02-26alle09-28-05-1614452941.png

Filippo Luna, è stato insignito del Premio della critica ANCT 2010 per  l'interpretazione nello spettacolo Le Mille bolle Blu, scritto da Salvatore Rizzo.
Più recentnte ha conquistato il Premio Pino Caruso 2021 come miglior interprete maschile


Si è diplomato nel 1992 presso la Scuola di Teatro dell’Istituto Nazionale del Dramma Antico di Siracusa diretta da Giusto Monaco. 

 

La sua esperienza professionale è legata prevalentemente al TEATRO, collaborando tra gli altri con Vincenzo Pirrotta e con “M'arte”, la compagnia di Sabrina Petyx e Giuseppe Cutino, Salvatore Rizzo, Francesco Viviano e Maria Elena Vittorietti, Alfio Scuderi, Francesco Randazzo, Claudio Collovà, Aurelio Gatti, Roccaforte e Gebbia,Tino Caspanello, Roberto Andò, Laura Sicignano. 
Nel 2013 in "Carmen Duo", di Giovanna Velardi, interpreta don José che segna il suo debutto nel teatro danza.
Partecipa a "La file du Regiment" di Donizetti per la regia di Filippo Crivelli, una produzione del teatro Massimo di Palermo e teatro alla Scala di Milano, dove interpreta en travesti il ruolo della duchessa Krachentorp.

In Televisione ha lavorato nelle serie "Il Commissario Montalbano", “Squadra Antimafia Palermo oggi 2”,
"Il commissario Maltese", “ La mossa del Cavallo“, “La mafia uccide solo d'estate”, “Makari”.
 

Per il cinema è stato Don Ercole in "Nuovomondo" di Emanuele Crialese, il direttore del carcere ne "Il Dolce e L’Amaro" di A. Porporati, tra gli ultimi lavori “La Matassa” di Ficarra e Picone e “Viola di mare” di Donatella Maiorca. E ancora Peppino Gagliano in "Con gli occhi di un altro" di Antonio Raffaele Addamo e   "Ninnaro il presepe raccontato" di Vincenzo Pirrotta. Ha interpretato il ruolo del medico in "Terraferma" di Emanuele Crialese.

Ha interpretato il ruolo di Massimo Ciancimino nel film "La Trattativa" di Sabina Guzzanti, presentato al Festival di Venezia.


schermata2021-02-26alle09-28-22-1614454817.png

Salvatore Tringali (Noto, 1975), si diploma all’Accademia d’arte drammatica Pietro Scharoff, di Roma.

 

Entra a far parte della compagnia del Metateatro, fondata dal decano del teatro di ricerca Pippo Di Marca.

 

Nel 2004 Viene selezionato dall’Istituto Nazionale del Dramma Antico per entrare a far parte della compagnia di Vincenzo Pirrotta con cui porta in scena: U Ciclopu, La Sagra del Signore della Nave, Filottete.

 

 

Con la compagnia di Pirrotta, prodotto dal Teatro Di Roma, recita a Francoforte e Oporto.

 

Calca i palcoscenici dei più importanti teatri della scena contemporanea Italiana: il Teatro India di Roma, Il Teatro Nuovo di Napoli, La Cavallerizza di Torino, Il Fabbricone di Prato, Il Teatro Due di Parma, Le Passioni di Modena, Il Teatro Stabile di Catania.

 

Si laurea nel 2011 all’Università La Sapienza Di Roma, con una tesi su Les Paravents di Jean Genet.

 

Rientrato in Sicilia fonda l’associazione culturale Cantina Sperimentale Iblea, in cui nascono progetti teatrali e musicali come Fin Qui Tutto Normale Rappin and Theatre.

 

Nel 2013 a Noto immagina il festival multidisciplinare Codex di cui è tutt’oggi Direttore Artistico.

 

Nel 2017 gli viene assegnata la Direzione Artistica del Teatro Tina Di Lorenzo di Noto.

 

A maggio 2019 ha debuttato a Matera Capitale della Cultura con lo spettacolo Il Purgatorio dei Poeti per la regia di Marco Martinelli ed Ermanna Montanari del Teatro delle Albe.

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder