sudpresslogo
SUDPRESSLOGO

MENU

CONTATTI

CONTATTI

MENU

AUTORI

AUTORI


redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

Direttore responsabile

Lucia Agata Murabito

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

Direttore responsabile

Lucia Agata Murabito

IN EVIDENZA

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Sito web realizzato da Flazio Experience

Sito web realizzato da Flazio Experience

ASP Catania: e spendono anche 613 mila euro per ...500 PC "ad altissima mobilità". Avranno le rotelle o le ali...Caos al consiglio comunale! Grande assente il sindaco Salvo PoglieseCatania al centro degli eventi internazionali con Catania 2030 - Green Expo del MediterraneoWoW Talk: alle 19.30 live ospite di Chiara Borzì l'archeologa subaquea Teresa SaittaASP Catania e "l'URGENTE NECESSITÁ": corso formativo sugli "effetti della corruzione ai tempi del covid" pagato 7 mila euro con fondi...COVIDSudStyle Talk: alle 10 live "Finalmente il Teatro...Antico e per sempre""L'Italia è una repubblica fondata sul lavoro"...?Covid in Sicilia, nelle mani di nessuno: ora decidono in base a "notizie di stampa"Croce Rossa Palermo: la presidente Laura Campione dichiara il falso e assume come direttore il suo predecessoreUNICT: associazione TRA.ME denuncia caso di nepotismo su borse di studio

Operazione "Black Out" della Polizia Postale di Catania contro lo streaming illegale

14-05-2021 08:11

redazione

Cronaca, Focus,

0

Oscurati 1 milione 500 mila utenti in tutta Italia. Importante successo della Polizia Postale di Catania al comando del Primo Dirigente Marcello La Bella

“OPERAZIONE BLACK OUT” Contrasto al cybercrime
Maxi Operazione della Polizia Postale di Catania al comando del Primo Dirigente Marcello La Bella contro lo streaming illegale.


Oscurati 1.500.000 utenti con abbonamenti illegali - Azzerato l’80% del flusso illegale delle IP TV in Italia
 

45 indagati per associazione per delinquere finalizzato all’accesso abusivo a sistema informatico, frode informatica e riproduzione e diffusione a mezzo internet di opere dell’ingegno. Un giro di affari illegale per milioni di euro in danno di Sky, DAZN, Mediaset, Netflix e altri.

 

La Procura Distrettuale di Catania ha coordinato approfondite indagini, durate diversi mesi, in materia di pirateria audiovisiva finalizzate al contrasto del fenomeno delle IP TV illegali, delegate alla Polizia postale e delle Comunicazioni di Catania al comando del Primo Dirigente Marcello La Bella che aveva segnalato l’esistenza di una complessa infrastruttura tecnologica operante a livello nazionale e responsabile della diffusione via Internet, attraverso numerosi siti, del segnale illegalmente captato di numerose piattaforme di contenuti televisivi a pagamento (Sky; DAZN; Mediaset; Netflix etc.). 


Lo studio tecnico informatico estremamente approfondito della diffusione dei segnali in streaming effettuato dalla Polizia Postale e delle Comunicazioni di Catania con il coordinamento del Servizio polizia Postale e delle Comunicazioni di Roma ha consentito di individuare le sorgenti dalle quali viene distribuito il segnale piratato. 


Il Pubblico ministero titolare delle indagini, di competenza del gruppo di lavoro specializzato in materia di reati informatici (G 2) ha contestato ai n. 45 indagati  il delitto di associazione a delinquere finalizzato alla commissione dei delitti di accesso abusivo a sistema informatico protetto da misure di sicurezza (615 ter aggravato c.p.), di  frode informatica aggravata dall’ingente danno arrecato (art. 640 ter c.p.) e di abusiva riproduzione e diffusione a mezzo Internet di opere protette dal diritto di autore e opere dell’ingegno (art. 171 ter legge n. 633/1941).


I provvedimenti sono stati eseguiti in diverse città italiane e sono stati impiegati nell’operazione più di 200 specialisti provenienti da 11 Compartimenti regionali della Polizia Postale (Catania, Palermo, Reggio Calabria, Bari, Napoli, Ancona, Roma, Cagliari, Milano, Firenze, Venezia) che operando sul territorio di 18 province, hanno smantellato la complessa infrastruttura criminale, sia sotto il profilo organizzativo che tecnologico.

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder