Il Giornale che pubblica una notizia e scatena l'inferno

sudpresslogo
sudpresslogo

CONTATTI

MENU

CONTATTI

MENU

AUTORI

AUTORI


redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

IN EVIDENZA

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Sito web realizzato da Flazio Experience

Sito web realizzato da Flazio Experience

Oggi alle 17.30 al Metropolitan di Catania Nicola Gratteri, Antonino Raspanti, Antonio Nicaso e Daniela MainentiMiracolo a Catania: il centro di ascolto "Caffè Quotidiano" della Locanda del Samaritano ha aperto davvero"Non serve nessun generale golpista, la democrazia la stanno suicidando"Libera l'ex assessore Barbara MirabellaCatania, una città che non ha cura di niente: perde anche l'Amatori RugbyIl Talk di Sudpress in diretta alle 18: "Il nostro mare, da gioia a pena"Operazione antimafia "Sangue blu": per la DDA è Francesco Napoli il capo della cosca Ercolano-SantapaolaARRESTATO IL "RESPONSABILE PROVINCIALE" DELLA COSCA SANTAPAOLA-ERCOLANOIl programma di Giorgia Meloni "Per l'Italia - Accordo quadro per il governo di centro destra"Elezioni Regionali, tutte le preferenze nel collegio di Catania

Venerdì 10 giugno "Lo Spettacolo delle Parole Desuete" all'Ardizzone Gioeni

10-06-2022 07:00

Music Opera Festival

Cronaca, Cultura&Spettacolo, Focus,

Venerdì 10 giugno "Lo Spettacolo delle Parole Desuete" all'Ardizzone Gioeni

Imperdibili Giada e Trebeschi con i loro giochi linguistici

Giada Trebeschi e Giorgio Rizzo

in uno spettacolo che vuole essere un'arma per tentare di

combattere l’abbrutimento linguistico...

e non solo

copia-di-eventi-fb-mof-2021.png

Lo spettacolo delle parole desuete, scritto a quattro mani da Giada Trebeschi e Giorgio Rizzo, nasce dall’esperienza de "La rubrica delle parole desuete e dintorni" seguitissima su Facebook con più di 175.000 follower e più di 820 video già all’attivo.

 

La creazione e la realizzazione dei video che spiegano in maniera ironica e divertente il significato delle parole hanno spinto e sollecitato un ragionar più ampio che ha dato origine allo spettacolo.

 

In fondo, non è forse il teatro il luogo principe del bel parlare?

 

Così comincia l’avventura di due attori in tournée che, senza sapere quando potranno uscirne, vengono bloccati dal maltempo nell’appartamento in cui avrebbero dovuto restare ospiti solo per un paio di giorni.

 

I due sono amici e lavorano insieme da molto tempo ma hanno due personalità a dir poco dirompenti decisamente più facili da gestire su un palco che in una convivenza forzata.

Inoltre, ogni giorno si affrontano e si scontrano dovendo preparare i brevi video per la seguitissima La rubrica delle parole desuete.

 

La rubrica è, infatti, la loro arma per tentare di combattere l’abbrutimento linguistico, salvare condizionale e congiuntivo, farsi fautori di rappresaglia grammaticale giacché le parole sono al centro del pensiero logico, veicolano un’idea e se quella parola non la si conosce non si conosce nemmeno l’idea.

 

 

La convivenza forzata ha però irresistibili risvolti comici derivanti dal confronto continuo e dalle difficoltà di dialogo fra il maschile e il femminile che da sempre si parlano senza comprendersi. Grazie a una affilatissima ironia vengono messe a nudo verità scomode e debolezze che però possono essere superate poiché è proprio grazie all’ironia che, forse, riusciremo a salvare il mondo.

 

Lo spettacolo è stato in tournée non solo a teatro e all’estero ma anche in alcuni dei più importanti festival letterari, chiudendo, per esempio, Salerno letteratura nella serata di gala, o inaugurando Il Festival delle storie e il Premio Torre Crawford.

 

A novembre 2021 gli interpreti sono stati ospiti del festival Parole in cammino a Firenze patrocinato, fra gli altri, anche dall’Accademia della Crusca il cui presidente ha grandemente apprezzato l’opera proposta.

Info e prenotazioni

www.musicoperafestival.it

info@spevents.it

solo messaggi whatsapp 3889399058

Botteghino aperto

a partire dalle ore 20

del giorno stesso dello spettacolo

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder