381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
900x250 fringe
900x250 fringe
900x250 fringe
sudpresslogo

Il Giornale che pubblica una notizia e scatena l'inferno

AUTORI

sudpresslogo

CONTATTI

sudhitech (1280 x 720 px)
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

IN EVIDENZA

Domeniche bestialiSudsport Beach Soccer Poule Scudetto 2024, il Catania FC vince contro Farmaè ViareggioCatania, la "Edimburgo del Sud": dove si inaugurano gli "slarghi" - VideoSu Sudsport BEACH SOCCER - Serie A Puntocuore: due squadre catanesi in Final Eight, ultime 72 ore di attesaRegione Siciliana: critiche asperrime al governo Schifani per la gestione dell'AST che taglia corse essenzialiSu Sudsport A Lignano Sabbiadoro l'ultimo atto della Regular Season di Beach Soccer: Domusbet.TV Catania in vettaLutto nel mondo dell'Informazione per la scomparsa del direttore Rino Lodato, giornalista perbene e garbatoSu Sudsport Conclusa la prima edizione del Sicilia Padel Tour, pronti per il 2025Schifani smentisce Trantino ed emana l'ordinanza per tutelare i lavoratori dal caldo afoso che il sindaco di Catania ha negatoProtocollo d'intesa tra ASMOE e COI-AIOG per il miglioramento della sanità in medicina ed in odontoiatria estetica

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

"Educazione e Giustizia": il libro di Daniela Mainenti che racconta Francesca Morvillo

28-05-2023 13:10

redazione

Cronaca, Cultura&Spettacolo, Focus,

"Educazione e Giustizia": il libro di Daniela Mainenti che racconta Francesca Morvillo

Un Magistrato al servizio della Giustizia Minorile: un enorme lavoro di assoluta attualità da non dimenticare

1684764166085.jpeg

Francesca Laura Morvillo è stata una figura di grande rilievo nel sistema giudiziario italiano, probabilmente molto più di come è passata alla storia più infame di questo paese, essendo ai più conosciuta come la moglie di Giovanni Falcone e con lui e gli uomini della scorta caduta da martire della ferocia mafiosa che con quelle stragi cambiò per sempre il Paese.

 

Francesca Morvillo era invece dotata di una personalissima ed indipendente caratura personale e professionale e, come giudice per la protezione dei minori, ha lasciato un'impronta indelebile nella lotta per i diritti dei bambini e dei giovani. 

 

Il suo contributo alla giustizia minorile non può essere ignorato, nonostante la sua vita sia stata tragicamente interrotta dalla strage di Capaci.

 

Nel libro "Educazione e Giustizia: Francesca Laura Morvillo - Storia professionale e metodo di un magistrato al servizio della giustizia minorile nel quadro dell'evoluzione del sistema", la professoressa Daniela Mainenti,  ci presenta un'analisi approfondita della figura di Francesca Morvillo e del suo lavoro nel campo della giustizia minorile. 

 

La prefazione, scritta dal giudice Claudia Caramanna, Procuratore per i Minorenni di Palermo, ci fornisce un'istantanea della sua personalità e del suo impegno.

 

Francesca Morvillo è stata una delle prime donne ad accedere alla magistratura in Italia. 

Ha prestato servizio presso la Procura della Repubblica per i minorenni di Palermo per ben 17 anni, dal 1971 al 1988. 

 

Durante quel periodo, il sistema giuridico era completamente diverso da quello attuale. 

Si era passati dalla concezione del "giudice minorile controllore" del periodo fascista al concetto di "giudice minorile promotore" delle riforme degli anni '70 e '80, che si occupava di protezione e cura del minore.

 

Il libro ci offre uno sguardo approfondito su come Francesca Morvillo affrontava i casi di devianza minorile. 

Il suo approccio si basava sulle esigenze dei minori e sulla loro riabilitazione, piuttosto che sulla semplice punizione. 

 

La sua visione innovativa e la sua esperienza sul campo le hanno permesso di proporre nuove soluzioni e strategie per garantire una giustizia equa ed efficace per i minori coinvolti in situazioni problematiche.

 

Attraverso un lungo e approfondito lavoro di analisi scientifica dei fascicoli di alcuni dei più importanti procedimenti da lei trattati, il libro di Mainenti ci offre un'opportunità unica di conoscere il metodo di lavoro di Francesca Morvillo. 

 

I suoi atti giudiziari mettono in evidenza la sua straordinaria preparazione giuridica, il suo impegno e la sua attenzione ai dettagli. Nonostante avesse la possibilità di delegare le indagini alla polizia giudiziaria, lei stessa si occupava personalmente delle indagini, approfondendo ogni aspetto significativo.

 

Francesca Morvillo è stata una figura guida per molti operatori del settore della giustizia minorile. 

La sua dedizione personale, la sua sensibilità umana e il suo approccio metodologico sono stati un modello di riferimento per coloro che si occupano della tutela dei diritti dei minori. 

Nonostante la sua morte prematura, il suo lavoro e la sua eredità continuano a motivare coloro che oggi si impegnano in questo delicatissimo settore ed il contributo di questo libro rende omaggio ad una figura di Magistrato che, pur sempre nel rigoroso rispetto di norme e procedure, ha mantenuto come faro della propria attività il sostegno ed il recupero dei giovani più a rischio.

Un patrimonio da ricordare costantemente alle nuove generazioni di operatori del Diritto.


L'autrice:

9754-daniela-mainenti.jpeg

Daniela Mainenti, palermitana, è Professore Straordinario presso UTIU Università Telematica Internazionale UNINETTUNO, facoltà di economia e governo di impresa, in diritto processuale penale dei paesi Euro-Med.

 

Responsabile nazionale Postgraduate studies Fondazione Ymca Italia;

 

Director of The International Seal EEIG,  Presidente of RUO Research Unit One, professor of comparative criminal procedure.

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder