381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
900x250 fringe
900x250 fringe
900x250 fringe
sudpresslogo

Il Giornale che pubblica una notizia e scatena l'inferno

AUTORI

sudpresslogo

CONTATTI

sudhitech (1280 x 720 px) (1)
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

IN EVIDENZA

Su Sudsport Giorgini Muri Antichi vince anche con UNIME e resta saldamente in testaGestire la maternità nel contesto lavorativo: l'approccio di una madre moderna..di 5 figliSabato 2 marzo andremo in diretta dal teatro Nelson Mandela di Misterbianco: ma è più divertente se veniteSu Sudsport Pallanuoto, Giorgini Ottica Muri Antichi pronta a tornare in vasca: alle 15 in casa di UnimeRegione, la comunicazione istituzionale è da quarto mondo e ferma al '900: altro bando da 9 milioni di euroIl caso del video/manganello contro l'ex candidato sindaco di Catania Lanfranco ZappalàSu Sudsport la settimana di successi e delusioni per il Cus Catania: ecco tutti i risultati!Furti d'auto sempre più frequenti. Ecco cos'è accaduto a Scordia: rubata in 15 secondiPrima mondiale de "Il Berretto a Sonagli" al Teatro Massimo Bellini di Catania«Berlinguer ti voglio bene»

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

Lo stupro della bambina alla Villa Bellini: "Sant'Agata liberaci da questi cialtroni"

04-02-2024 07:09

Pierluigi Di Rosa

Cronaca, Focus, Laterale,

Lo stupro della bambina alla Villa Bellini: "Sant'Agata liberaci da questi cialtroni"

Premier Meloni: ma che ti affacci a fare?

dall·e-2024-02-04-06.52.00---a-panoramic-scene-depicting-a-group-of-mischievous-characters-leaning-over-a-balcony-engaging-in-playful-antics.-the-setting-is-a-quaint-bustling-st.webp

Siamo sommersi per settimane, per mesi, da comunicati di ogni tipo da parte di tutte le “autorità” possibili che decantano “Piani di Sicurezza” farlocchi ed ingannevoli.

 

Lo scorso giugno, il 6, abbiamo anche assistito alla passerella del ministro degli interni Piantedosi venuto a promettere risorse finanziarie e umane, persino l'esercito con una nuova edizione di “Strade Sicure”.

 

L'occasione era una riunione straordinaria del “Comitato per l'Ordine e la Sicurezza” che già solo il nome lascia interdetti considerati i risultati.

 

Persino le stesse “telecamere di sorveglianza” che promettono da almeno vent'anni è venuto a propinare: andate a vedere il video su Rayplay e non occorrono commenti.

schermata-2024-02-04-alle-06.35.08.png

La realtà è che Catania è ormai una città che procede per mera inerzia, in un degrado che non può vedere soluzione semplicemente perché non esiste un minimo di logica e ragionevolezza. Da parte di nessuno, e non è generalizzazione ma solo constatazione. 

 

È accaduto il 30 gennaio, mentre tutto doveva essere già pronto per garantire la sicurezza del momento festivo che si attende tutto l'anno da secoli.

 

Ed è accaduto nella centralissima Villa Belllini, uno dei luoghi che ogni giorno, non solo per Sant'Agata, dovrebbe essere tra i più presidiati.

 

Un giardino pubblico che non ha la vastità del Central Park, un fazzoletto di verde al centro della città che non avrebbe bisogno di particolari esigenze per esser reso sicuro.

 

E invece è accaduto che un branco di 7 animali, la nazionalità non ha alcuna importanza, gli animali sono animali da dovunque provengano, hanno potuto aggredire indisturbati una coppia di ragazzini, immobilizzare il maschio di 17 anni e stuprare a turno la ragazzina di 13, poco più che una bambina.

 

Questo a pochi metri da uno degli ingressi, nella zona dei bagni pubblici.

Significa che non esiste il minimo controllo del territorio.

 

Un episodio orribile, che non è solo di cronaca nera, nerissima, ma è culturale, sociale, politico.

L'ennesima cosa che non può accadere in una città mediamente normale e civile ed invece a Catania accade.

 

È l'atto d'accusa definitivo nei confronti di una “classe dirigente” imbelle, ormai diventata pericolosa per la radicale incapacità di fornire le più elementari risposte alle esigenze della comunità. 

 

Brancolano strapagati e confusi nel non fare niente ed anzi distruggere quel che resta di una società civile.

 

Premier Meloni: ma che ti affacci a fare? 


Leggi anche gli altri articoli dedicati alla vergogna di San Berillo:






















image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder