381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
900x250 fringe
900x250 fringe
900x250 fringe
sudpresslogo

Il Giornale che pubblica una notizia e scatena l'inferno

AUTORI

sudpresslogo

CONTATTI

sudhitech (1280 x 720 px)
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

IN EVIDENZA

Su Sudsport Weekend ricco di successi per il Cus Catania: gli HighlightsTremestierigate tra mafia, politica e magia: e le farmacie che sparisconoInnovazione e inclusione: Catania ospita il convegno sui corridoi lavorativiQuando Luca Sammartino chiedeva a Sudpress 50 mila euro...Su Sudsport Quinto Pareggio Stagionale per il Catania nel Campionato di Serie C di Calcio Femminile17 aprile 9.30 si inaugura ECOMED Green Expo del Mediterraneo a SiciliaFiera di MisterbiancoEcomed 2024: Protezione Civile e sindaci tra i protagonisti della fiera Green Expo del MediterraneoStati generali del Cinema: tre giorni di incontri e dibattitiAcqua e rifiuti, domani e giovedì a Ecomed le “Giornate” di approfondimento organizzate dalla Regione SicilianaLe mani sulle città

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

Fentanyl, la droga che rende subito zombie: allerta anche in Sicilia. CONTROLLIAMO I NOSTRI RAGAZZI

25-03-2024 05:30

Christian Costantino

Cronaca, Focus,

Fentanyl, la droga che rende subito zombie: allerta anche in Sicilia. CONTROLLIAMO I NOSTRI RAGAZZI

Una droga 50 volte più potente dell’eroina e che costa pochi euro ha già fatto 100 mila morti negli USA nel 2022

img-20240313-wa0139.jpeg

Apriamo questa settimana pasquale in maniera forse non consueta, ma l'allarme che viene lanciato dalle autorità a livello internazionale è altissimo.

 

Riguarda la rapida diffusione di una delle droghe più potenti e letali mai immesse sul mercato illecito, che sta già mietendo vittime sempre più giovani.

 

Occorre un impegno straordinario di attenzione da parte delle famiglie, nelle scuole, dei media e di tutte le agenzie sociali per cercare di trovare il modo di recuperare quella connessione con i nostri giovani che sembra essersi perduta: inspiegabile come aumenti la diffusione di droghe letali, come crack e fentanyl, nonostante la conoscenza dei danni immediati ed irreversibili che producono.

 

E questo in correlazione all'incremento dei casi di suicidio tra giovanissimi: qualcosa non va

 

Questo del nostro Christian Costantino è il primo di una serie di interventi con i quali proveremo a stimolare attenzione e, se possibile, fornire qualche indirizzo utile alle nostre famiglie per poter intervenire al primo segnale di disagio dei nostri ragazzi: spesso hanno solo bisogno di un abbraccio. (PDR


È soprannominata la "droga degli zombie" poiché trasforma coloro che la consumano in tali. Il principale utilizzo è proprio il dolore, sia fisico che psicologico, che può portare una malattia come il cancro. 

Vediamo come questo farmaco ha una duplice funzione:

Partiamo con il dire che il fentanyl è un potentissimo analgesico e anestetico e che, rispetto alla morfina, è da 50 a 100 volte più potente e da 30 a 50 volte più potente dell'eroina. Se per noi l’eroina era lo stupor mundi delle droghe, immaginate 50 volte più potente.

Come accennato prima, il fentanyl è impiegato per trattare il dolore grave, soprattutto in ambito chirurgico, traumatologico e oncologico, e talvolta per pazienti con patologie croniche resistenti ad altri farmaci o, addirittura, la morfina. Cioè, di poche cose si hanno certezza, una di queste:

Il fentanyl funziona su tutti.

Nessuna farmacoresistenza.

Tuttavia, l'abuso di fentanyl per scopi non terapeutici può causare effetti devastanti, con anche solo 2 milligrammi (come in foto a confronto con una moneta) è in grado di provocare la morte per soffocamento.

Alcune fonti dicono sia nata in America, altre in Cina (che da qualche anno ha il monopolio delle droghe), altre ancora in Russia.

Un dato è certo: la diffusione del fentanyl ha scatenato “un'epidemia” negli Stati Uniti, con circa 100.000 morti nel 2022.

Le operazioni di sequestro condotte dalla DEA hanno confiscato 6 tonnellate di polvere di Fentanyl ed altri “sintetizzati”, insieme a 59,6 milioni di compresse contraffatte contenenti fentanyl. Le quantità sequestrate corrispondono a oltre 398 milioni di dosi letali. Pare che il Portogallo sia la “filiale” europea dove viene prodotto.

Gli effetti:

Nel breve periodo, possono manifestarsi nausea, vomito, costipazione e stordimento come effetti collaterali. 

Tra le conseguenze più serie dell'abuso di questa sostanza vi è la dipendenza, accompagnata da sintomi di astinenza come dolori addominali, alle ossa, ansia e sudorazione. 

In alcuni casi, l'abuso può causare anche arresto cardiaco o shock anafilattico, portando a una morte improvvisa.

Secondo il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri, Mantovano, in Italia non c'è ancora un'emergenza fentanyl, ma ci sono segnali della sua diffusione. Questo mercato si sviluppa principalmente nel dark web e inizia ad attirare l'interesse delle mafie.

Per il momento pare che non vi siano casi a Catania o in Sicilia, bisogna comunque accertarsene nelle piazze di spaccio principali. Dato il basso prezzo, potrebbe essere una droga popolare proprio in sud Italia. 


Leggi anche:

schermata-2024-03-25-alle-08.05.59.png

UNICT, prof. Giovanni Li Volti direttore CoEHAR: "Tra i nostri ragazzi aumentano tabagismo e malattie veneree, occorre prevenire"

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder