sudpresslogo
SUDPRESSLOGO

MENU

CONTATTI

CONTATTI

MENU

AUTORI

AUTORI


redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpresss.it
tel: +39 339 7008876

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpresss.it
tel: +39 339 7008876

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

Direttore responsabile

Lucia Agata Murabito

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

Direttore responsabile

Lucia Agata Murabito

IN EVIDENZA

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Sito web realizzato da Flazio Experience

Sito web realizzato da Flazio Experience

Salvatore Tringali: "Le motivazioni della protesta vanno oltre le misure anti Covid"Corruzione all'Ufficio Cittadinanze del Comune di CataniaAeroporto, passeggeri in calo del 50%, cassa integrazione a zero ore e SAC spende 112.000 euro in cestini per i rifiutiMarina Valensise: "L'INDA davanti alla seconda ondata"A Catania oltre 100 scuole di danza scendono in piazzaERSU Catania e lo strano caso del "DIRETTORE FAFÚ" che si dà i pareri da soloLaura Sicignano: "I Teatri sono i luoghi più sicuri del mondo, perché chiuderli?"SAC-AEROPORTO DI CATANIA: il manager dello "strano bando" di Torrisi è stato rinviato a giudizioBocelli e il Teatro Bellini portano Noto e la Sicilia in trionfo nel mondo. MA ADESSO LA SFIDAInaugurati bagni e docce all’Help Center della Caritas: "un’opera nel segno della comunità"

Mario Venuti a SudStyle Talk: concerto alla Villa Bellini venerdì 18 settembre

17-09-2020 08:12

SudTalk

Cronaca, SudStyle, SudTalk, Focus, Mario Venuti,

Mario Venuti a SudStyle Talk: concerto alla Villa Bellini venerdì 18 settembre

Aldo Premoli e Pierluigi Di Rosa incontrano il cantautore catanese che ci parla del suo essere Musica

La notizia è che Mario Venuti, uno degli autori più importanti della musica italiana degli ultimi 30 anni, torna a cantare dal vivo con un grande concerto alla Villa Bellini di Catania venerdì 18 settembre alle ore 21.

E questa è già una buona notizia.

SudStyle Talk ha voluto dedicargli una puntata speciale per celebrare la sua lunga carriera cominciata nel 1984 con i Denovo e proseguita poi da solista e autore di splendide canzoni.
Un'occasione per andare oltre il concerto e conoscere il cantautore siciliano, per il quale “il pop è un termine nobile, che unisce Domenico Modugno e Luigi Tenco, Elvis Costello e i Talking Heads, i Beatles e Lucio Battisti”.
Certi artisti hanno bisogno del palco per riflettere, della chitarra per pensare, del confronto col pubblico per scrivere, e così Mario, per far suonare e raccontare il suo mondo sale sul palco a disegnare tre decenni di carriera, tre decenni di musica italiana, cantando i suoi pezzi storici e i nuovi successi. 
Ad accompagnare sul palco il cantautore siciliano saranno Donato Emma alla batteria, Luca Galeano alle chitarre, Pierpaolo Latina alle tastiere e Antonio Moscato al basso.

Fulcro della perfomance sarà il suo 10° album, SOYUZ 10, dal quale vengono estratti tre singoli: “Il pubblico sei tu”, “Ciao cuore”, e “Silenzio al silenzio”.

«Ho immaginato che Soyuz, il microfono con cui ho registrato il nuovo disco, fosse il razzo che lancia nell’universo la mia voce - racconta Venuti - e ho lasciato che questa immagine cullasse la mia immaginazione e accompagnasse l’esaltazione indotta dal canto che, come un mantra, a volte è capace di trasportarti in altre dimensioni».

 

3293738d-52d2-4394-b3d6-56e4d0aba4e1-1600316000.jpg

Mario Venuti è nato il 28 Ottobre del 1963, agli inizi degli anni 80 è a Catania, dove incontra tre giovani musicisti con cui forma i Denovo
Il suo primo disco da solista, “Un po’ di febbre” è del 1994, il singolo “Fortuna” si rivela una vera e propria hit radiofonica, tanto convincente da fruttare persino una cover in portoghese dei Brazilian Love Affairs, entrata in classifica anche in Italia.  
Nel 1996, esce il suo secondo album da solista, “Microclima” riceve il Premio Max Generation, in occasione della manifestazione Milano Vende Musica.
Nel 1997 partecipa a Sanremo Giovani con “Il più bravo del reame”, preludio a un nuovo album intitolato “Mai Come Ieri” (Giugno’98), frutta a Mario un nuovo grande successo con il brano omonimo, cantato in coppia con Carmen Consoli.
La popolarità di Mario esplode attraverso la radio e le televisioni nel 2003 che trasmettono, senza sosta, “Veramente” e il relativo videoclip. 
A Marzo 2004, Mario sale sul palco di Sanremo, per la 54° edizione del Festival della Canzone Italiana. La sua “Crudele” vince due premi importanti e prestigiosi: il Premio Mia Martini /Premio della Critica, e il Premio Radio e TV Private. 
Scrive per Raf, come per Sirya e la sua “Echi d’infinito” vincerà Sanremo 2005, nella sezione donne, cantata da Antonella Ruggiero. 
Il 3 marzo 2006, per Universal, esce “Magneti” «L’album “Magneti” si distingue per la particolare delicatezza artistica dei brani, con canzoni che affrontano i più svariati temi, sempre con un ottimo piglio musical-letterario, degno di attenzione anche fuori dallo stretto circuito sanremese...»
Sempre “Un altro posto nel mondo” otterrà poi nel 2008 la nomination ai Nastri D'Argento come migliore canzone originale del film Agente Matrimoniale prodotto da Eleonora Giorgi.
Il “Magneti tour 2006”, dopo una parentesi teatrale invernale e una estiva all'aperto, approda al Teatro Greco di Taormina; in questa occasione viene registrato il primo DVD dell'artista catanese, “Materia Viva”, per la regia di Marco Amato, pubblicato i primi di dicembre da Universal Music Italia.
Alla fine del 2007 cominciano i lavori per le nuove canzoni, con la consueta collaborazione di Kaballà ai testi; tra queste, “A Ferro e fuoco”, presentata alla 58esima edizione del Festival di Sanremo. In quella occasione, dopo più di venti anni, si esibisce sul palco del Teatro Ariston insieme ai Denovo. 
Ad ottobre 2009, anticipato dal singolo “Una pallottola e un fiore”, Mario pubblica il settimo album da solista, "Recidivo". Il lavoro dell'artista siciliano è composto da 12 brani (11 scritti a 4 mani con Kaballà e uno scritto da Massimo Greco) e contiene 3 duetti: Franco Battiato canta nel brano Spleen#132, Carmen Consoli nel brano “La vita come viene” e Cesare Cremonini ne “Un cuore giovane”. Recidivo, nella versione digitale, contiene una bonus track, “La fine ed il principio", brano scritto da David Florio, già coautore, insieme allo stesso Venuti, del brano “Sulu”, contenuto nel precedente album di inediti “Magneti”.
Sempre di ottobre 2009, l'uscita di The Universal Music Collection, 5 cd che testimoniano una lunga carriera e un dvd con le immagini del concerto del Teatro Antico di Taormina nel 2006.
Nel 2012 pubblica “L’Ultimo Romantico” (Musica & Suoni-Microclima/Sony Music): 12 i brani inediti scritti da Venuti (10 dei quali a quattro mani con Kaballà) contenuti nel disco, di cui è produttore artistico insieme a Roberto Vernetti.
A settembre del 2014 esce l’album “Il Tramonto dell’Occidente” scritto e musicato con Francesco Bianconi e Kaballà. Dall’album vengono estratti due singoli: “Ventre della città”, “Il tramonto”. 
Dal 2014, accompagnato dalla sua band e da solo, continua a proporre i suoi successi live in tutta Italia e all’estero. 
Nel 2016 decide di rivisitare con gli Urban Fabula in chiave Jazz i classici della canzone italiana e internazionale e canzoni del proprio repertorio, dando vita al progetto Mario Meets Jazz. 
Nel 2017 pubblica “Motore di vita” e dall’album vengono estratti tre singoli “Caduto dalle stelle” grande successo radiofonico “Tutto questo mare” e “Lasciati amare”; a seguire il lungo “MOTORE DI VITA TOUR” con l’artista e la sua band impegnanti tra piazze e teatri a mettere in scena il ricco repertorio.
A maggio del 2019 il 10° album di Mario Venuti SOYUZ 10 dal quale vengono estratti tre singoli: “Il pubblico sei tu”, “Ciao cuore”, e “Silenzio al silenzio”.
A marzo del 2020, in pieno lockdown per la pandemia da coronavirus, sul suo canale Youtube viene pubblicata la serie “Casacasa Live Session”: una raccolta di sette live in cui l’artista ha eseguito alcuni dei suoi brani più famosi direttamente dal salotto di casa sua.

Nel mese di maggio i brani sono stati pubblicati su tutte le piattaforme digitali.

Con il suo decimo album da solista, Soyuz 10, Mario Venuti ha lanciato il suo missile pieno di canzoni e rinverdito i fasti di una scrittura pop sapiente, varia ed elegante alla quale è sempre rimasto fedele in oltre 30 anni di carriera. 
La bizzarria del titolo dalle sue parole : “Volevo andare oltre l’automatismo per cui si sceglie un titolo di una canzone o si estrapola una frase dai testi, per dare il titolo ad un album – afferma Mario - mi sono fatto ispirare da una specie di visione avuta durante le session vocali. Per registrare la voce, tra varie opzioni, abbiamo scelto un microfono Soyuz (sì, si chiama proprio così!) che ben si prestava al mio timbro. Ho immaginato che quel microfono fosse il razzo che lancia nell’universo la mia voce e ho lasciato che questa immagine cullasse la mia immaginazione e accompagnasse l’esaltazione indotta dal canto, che, come un mantra, a volte è capace di trasportarti in altre dimensioni.”

Venerdì 18 settembre alle 21 Villa Bellini di Catania.

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872
Edito da: Editori Indipendenti S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder