sudpresslogo
SUDPRESSLOGO

MENU

CONTATTI

CONTATTI

MENU

AUTORI

AUTORI


redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpresss.it
tel: +39 339 7008876

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpresss.it
tel: +39 339 7008876

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

Direttore responsabile

Lucia Agata Murabito

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

Direttore responsabile

Lucia Agata Murabito

IN EVIDENZA

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Sito web realizzato da Flazio Experience

Sito web realizzato da Flazio Experience

Marina Valensise: "L'INDA davanti alla seconda ondata"A Catania oltre 100 scuole di danza scendono in piazzaERSU Catania e lo strano caso del "DIRETTORE FAFÚ" che si dà i pareri da soloLaura Sicignano: "I Teatri sono i luoghi più sicuri del mondo, perché chiuderli?"SAC-AEROPORTO DI CATANIA: il manager dello "strano bando" di Torrisi è stato rinviato a giudizioBocelli e il Teatro Bellini portano Noto e la Sicilia in trionfo nel mondo. MA ADESSO LA SFIDAInaugurati bagni e docce all’Help Center della Caritas: "un’opera nel segno della comunità"Covid e Teatri (vuoti): la Regione ha stanziato i fondiAmministratori Giudiziari: richiesta di rettifica del Presidente del Tribunale. Ma noi dobbiamo rispettosamente ribadire...SUDTalk: alle 18 in diretta l'assurdo scempio del Parco Acquatico di Acireale

SudStyle Talk in diretta alle 11: "Nuovo cataclisma, la politica siciliana che combina?"

18-10-2020 07:45

SudTalk

Cronaca, SudStyle, SudTalk, Focus, manlio messina, Filippa Ilardo, Gigi Spedale,

SudStyle Talk in diretta alle 11: "Nuovo cataclisma, la politica siciliana che combina?"

Aldo Premoli e Pierluigi Di Rosa con l'assessore regionale Manlio Messina, il critico teatrale Filippa Ilardo e il direttore artistico e produttore Gigi Spedale

Aldo Premoli e Pierluigi Di Rosa con in diretta con l'assessore regionale Manlio Messina, il critico teatrale Filippa Ilardo e il direttore artistico e produttore Gigi Spedale, a partire dalle ore 11 di domenica 18 ottobre, oltre che sulle home page delle testate del gruppo, sulle pagine Facebook di Sudpress e SudStyle e sul canale Youtube. Al termine la puntata sarà a disposizione anche nella versione solo audio su Spotify e tutte le altre piattaforme podcast.

Mentre attendiamo un nuovo, sempre più ravvicinato “tutti in casa”, chi ha responsabilità di programmare le attività di interi settori che fa? 
Il potere, i politici eletti o nominati che siano, lo hanno cercato con tutte le loro forze, ora stiamo aspettando che lo usino efficacemente davanti a una situazione sempre più grave. 

 

Per quel che attiene – tra gli altri – al mondo della cultura e dello spettacolo con le sue ricadute sul turismo e di conseguenza sull’intera economia siciliana ne parliamo con Manlio Messina, Assessore Regionale al Turismo, Sport e Spettacolo, probabilmente i settori più colpiti ed a rischio dell'intera economia, i primi a chiudere e gli ultimi a ripartire, i meno tutelati e sostenuti. 

 

Proveremo ad ottenere un confronto franco e diretto, come sempre, ragionando sulle possibili soluzioni, interessati anche a chiarire e raccontare cos'ha in mente il responsabile istituzionale di un settore così strategico.

 

L'assessore Messina, infatti, esponente di punta della destra siciliana, in un recente incontro con professionisti dello spettacolo, categoria particolarmente martoriata dalla pandemia, ha dato segnali di apertura non consueti per un politico. 
Ha fatto pure promesse importanti che ci hanno portato ad annodare qualche fazzoletto.

 

Lo abbiamo di conseguenza invitato a questa diretta e lui inaspettatamente – visto i personaggi con cui si dovrà confrontare – ha detto di sì, e già questo gli fa onore e glielo riconosciamo.

 

A dialogare con noi in studio ci saranno infatti due ospiti "tosti": Filippa Ilardo, fondatrice di Arcipelago Sicilia, osservatorio per i festival della scena contemporanea e Gigi Spedale un veterano nel mondo dello spettacolo, grande esperto delle sue dinamiche e oggi Presidente della Rete Siciliana di Drammaturgia Contemporanea "Latitudini".

1581337749-0-trasporti-assessore-regionale-manlio-messina-pensiamo-compagnia-aerea-regionale-1602994826.jpg

Manlio Messina, nato a Catania il 12 novembre del 1973, è l Assessore Regionale per il Turismo, Sport e Spettacolo del Governo Musumeci.

Ha iniziato la sua militanza politica nelle fila di Azione Giovani, di cui è stato dirigente provinciale, ricoprendo la carica di rappresentante d’istituto per quattro anni al liceo “Boggio Lera”, dove ha conseguito la maturità scientifica.
Laureato in Economia e Commercio all’ Università degli studi di Catania, è stato Senatore Accademico per Alleanza Universitaria – Azione Giovani dal 1999 al 2001 e consigliere del CUS (Centro Universitario Sportivo) dal 2001 al 2002.
Nel 2000 è stato eletto, nella lista di A. N., Consigliere di quartiere nella Circoscrizione VI (Cibali – Trappeto Nord), ricoprendo le cariche di capogruppo e di Presidente della Commissione consiliare sport, turismo, viabilità e politiche giovanili.
Nel 2003 è stato eletto Presidente della Commissione Speciale sul Decentramento nel Comune di Catania, (commissione formata da componenti delle 10 municipalità), che ha redatto e approvato un apposito regolamento sul decentramento.
E’ stato dirigente provinciale di AN, Presidente Provinciale dell’ASI. Candidato nella lista del “Popolo della Libertà” nella quale sono confluiti Alleanza Nazionale, in cui ha maturato ininterrottamente la sua esperienza politica fin dal 1990, e Forza Italia.
Dal 2008 al 2013 ha ricoperto la carica di Consigliere Comunale della città di Catania e di  Presidente della VII Commissione Consiliare Cultura, Politiche Scolastiche, Sport, e Politiche Giovanili.

Rieletto nel 2013 nelle fila del Pdl di cui è stato capogruppo fino al suo scioglimento.

Non aderisce né a Forza Italia né a Ncd e decide, insieme ad altri colleghi consiglieri, di costituire un gruppo civico fino al 2016 quando aderirà, insieme al collega Ludovico Balsamo, a Fratelli d’Italia-An saldamente al fianco della leader Giorgia Meloni.

f9dca1c9-f032-495e-bf28-84309d92c22b-1602995100.jpg

Filippa Ilardo è oggi tra le intellettuali più attive nel cercare di proporre soluzioni per affrontare il drammatico momento subìto dal mondo della produzione artistica.

Laureata al Dams -Teatro, è critica teatrale e responsabile per la Sicilia dell’Associazione Nazionale Critici diTeatro di cui fa parte dal 2009.

Studiosa di teatro, ha cominciato a scrivere presso Sipario e Teatro e Critica, attualmente collabora con la rivista Hystrio e Teatri delle diversità, il webzine Pane e Acqua Culture ed il quotidiano La Repubblica Palermo.
Per il trimestrale Hystrio ha curato numerosi dossier tra cui quello relativo alle lingue del teatro, in particolare uno speciale dedicato al dialetto siciliano come lingua teatrale.
Nel 2015 ha curato la pubblicazione di Totò e Vicé di Franco Scaldati - contenente uno
studio sul testo-, edito da Cue Press.
Nel 2017 ha curato la prefazione dei libri di Rosario Palazzolo, Iddi- Trittico dell’ironia
e della disperazione e Santa Samantha Vs, editi entrambi da Editoria e Spettacolo.
Nel 2017 ha curato la pubblicazione di Lingua di cane, dal processo creativo alla messa in scena, Edizioni Il Glifo, Palermo.
Nel 2019 ha partecipato al progetto editoriale SICILIA DIETRO I VETRI, edito da Torri del Vento.
Ha contribuito alla creazione di Latitudini – Rete Siciliana per il teatro Contemporaneo di cui fanno parte le più importanti e rappresentative realtà e compagnie attive in Sicilia nel campo del teatro Contemporaneo, e l’Osservatorio per i festival in sicilia, Arcipelago.
Ha tenuto per l’Università di Catania diversi corsi di Critica Teatrale.
Ha coordinato e curato diversi convegni come quello in occasione dei premi della
critica 2017.
Ha partecipato a convegni con contributi critici e ha organizzato sul territorio di Enna numerosi percorsi formativi e laboratori con Tino Caspanello, Claudio Collovà, Filippo Luna, Rosario Palazzolo, Francesco Agnello.
Da qualche anno è cultrice della materia presso la cattedra di Storia del Teatro dell’Accademia di Belle Arti di Palermo dove tiene diversi seminari, uno dei quali dal titolo: “La Nuova Drammaturgia Contemporanea in Sicilia: anatomia di un’estetica divergente”.
È coordinatrice e fondatrice, insieme a Simona Miraglia e Simona Scattina di Arcipelago Sicilia – Osservatorio per i festival della scena contemporanea.

71086667-e167-428f-87a0-f327bcadb9d9-1602995318.jpg

Gigi Spedale, instancabile ideatore e produttore di iniziative artistiche, è nel 1988 tra i fondatori della compagnia messinese Nutrimenti Terrestri, per la quale produce fino al 1996, i lavori teatrali e cinematografici di Ninni Bruschetta e Francesco Calogero, nei cui cast spiccano Sergio Castellitto, Renato Carpentieri, Lucrezia Lante della Rovere, Valeria Golino, Fabrizia Sacchi, Roberto De Francesco, Massimo Piparo e le coproduzioni con Teatri Uniti di Napoli.  

Tra il 1992 e il 1999 dirige la casa di  produzione Entr’acte.  

Per le Orestiadi di Gibellina ha prodotto opere sperimentali come I carabinieri di Joppolo, regia di Ninni Bruschetta e Madeleine suite di Ralph Towner e Mariella Lo Sardo, che miete successi dal TaoArte Festival alla Casa del Jazz di Roma, con tournée in teatri e nei canali della Radio nazionale Svizzera.

Ha al suo attivo coproduzioni cinematografiche con Germania, Inghilterra, Cile, Grecia, Cipro.

Il gusto per l’innovazione e la contaminazione tra diversi linguaggi performativi lo porta a realizzare, per MarVin Bros srl e il Teatro V. Emanuele di Messina, due opere liriche a disegni animati, regia di Vincenzo Tripodo, grande successo in cartellone della stagione lirica 2010.

Cura la produzione del film Scuru, premio Solinas 2010 per la sceneggiatura di Paolo Pintacuda.

Ha curato gli allestimenti di decine di opere teatrali e musicali contemporanee con interpreti quali Vincenzo Pirrotta, con incursioni nei flash mob di poesia e musica con la grande poetessa Jolanda Insana e la compagnia ActorGym.  

Dirige numerose rassegne  teatrali e musicali e festival dedicati ai nuovi autori e linguaggi teatrali, come Intermittenze, che ospita in Milazzo le migliori compagnie di ricerca italiane, da Scimone e Sframeli e Anna Mazza a Elena Bucci e Marco Sgrosso, da Danio Manfedini ad Antonio Alveario.

Nel 2011 fonda e presiede la Rete Siciliana di Drammaturgia Contemporanea Latitudini, che riunisce oltre 40 compagnie e teatri siciliani, con la quale coorganizza le stagioni teatrali del centro multidisciplinare ZO in Catania, il Festival Teatro Bastardo e il Mercurio Fest in Palermo.

Ha prodotto INSANAMENTE Riccardo terzo di Roberta Torre in scena al Piccolo di Milano. 
Dal 2014 dirige la sezione teatrale e cinematografica del SabirFest in Messina, Catania e Reggio Calabria.

Nel 2015 dirige e organizza in Cagliari con il Teatro Stabile di Sardegna il Festival teatrale ØScena SICILIA, interamente dedicato alla nuova drammaturgia siciliana, con ospiti Spiro Scimone e Luigi Lo Cascio.

Dal 2015 cura regia e produzione del progetto multidisciplinare QUASIMODALE con i versi di Salvatore Quasimodo musicati in Jazz da Rosalba Lazzarotto con Luciano Troja, grande successo al Messina Sea Jazz Fest e nella stagione della Filarmonica Laudamo.

Dal 2016 organizza la Residenza internazionale di Drammaturgia WRITE, diretta da Tino Caspanello, con ospiti fra i più valenti autori d’Europa, Premio della Critica 2018, conferito dall’Associazione Nazionale Critici di Teatro.  
Dal 2017 dirige la sezione teatro di Agosto in.. Fiera di Messina e cura le tournèe siciliane delle opere musicali dell’Orchestra di Piazza Vittorio. Nel 2020 cura la produzione esecutiva del film documentario LUSSU di Fabio Segatori, con Renato Carpentieri e Galatea Ranzi.

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872
Edito da: Editori Indipendenti S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder