sudpresslogo
SUDPRESSLOGO

MENU

CONTATTI

CONTATTI

MENU

AUTORI

AUTORI


redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

Direttore responsabile

Lucia Agata Murabito

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

Direttore responsabile

Lucia Agata Murabito

IN EVIDENZA

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Sito web realizzato da Flazio Experience

Sito web realizzato da Flazio Experience

ASP CT e i "carrelli defibrillatori": a Catania costano 6.500 euro l'uno (e ne prendono 6), a Siracusa invece 2.500. DALLA STESSA DITTARegione Siciliana, l'app Siciliasicura scomparsa e le interrogazioni dimenticateRuggero Sardo alle 18.00 a "Il salotto del Mago"Carabinieri fanno luce sulla spedizione punitiva dei "Cursoti" a Librino con 2 morti: 14 arrestiASP CT: per la discussa "Operazione vaccini in parrocchia" acquistati zaini pronto soccorso (vuoti!) da 129 euro... che su Amazon...ASP CT: per fare il vaccino occorrono "urgentemente" 10 "poltrone terapia" da 427 euro cadauna?Parco Acquatico Acireale: sempre più scandalosoIl catanese Giuseppe Berretta nominato esperto al ministero del LavoroMaxi sequestro di mascherine: caccia anche nelle aziende sanitarie della SiciliaAss. Cristaldi: Spiagge libere sicure e migliorate, sui solarium invece..

SAC-Aroporto Catania - esposto del sindacato CUB "Condotte illegittime ai danni dei lavoratori"

08-04-2021 06:59

redazione

Cronaca, SAC&CamCom, Focus, Sac, Salvatore Ventimiglia, CUB Trasporti,

SAC-Aroporto Catania - esposto del sindacato CUB "Condotte illegittime ai danni dei lavoratori"

"Uso distorto delle risorse e utilizzo difforme della cassa integrazione"

Nei giorni scorsi alcune comunicazioni rivolte al personale dipendente da parte dell'amministrazione SAC hanno destato particolare allame.

 

Una mail del 23 marzo da parte del Servizio Risose Umane aveva subto suscitato malumori: "Ad integrazione delle precedenti comunicazioni trasmesse relativamente alle ore di CIGS del mese di marzo c.a., considerato che lunedì 29 marzo p.v. sarà l’ultimo di giorno di Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria, e che il nuovo periodo di Cassa Integrazione in Deroga decorrerà dal 5 aprile al 27 giugno p.v., i Responsabili in indirizzo sono invitati, compatibilmente con le esigenze organizzative, a verificare la possibilità di collocare in CIGS nella giornata del 29 marzo p.v. il personale assegnato.

Nei giorni dal 30 marzo al 04 di aprile, il personale sarà in servizio secondo le ore lavorative settimanali già comunicate e gli eventuali giorni di assenza saranno considerati come ferie d’ufficio."

 

Disposizione poi rettificata il successivo 26 marzo, probabilmente anche in considerazione del contenuto contestato come illegittimo: "Con riferimento alla ns. precedente del 23.03.2021 si fa presente come, a seguito di  consultazione sindacale effettuata in data odierna, e del conseguente accordo (consultabile sul Portale Dipendenti), il nuovo periodo di Cassa Integrazione in Deroga decorrerà dal 30 marzo p.v.

Pertanto, Vi invitiamo a non tenere conto della precedente comunicazione (non si procederà con ferie d’ufficio) e di  attenervi alle previsioni di Cassa Integrazione che vi sono state già comunicate per il mese di marzo e che vi saranno a breve trasmesse per il mese di aprile c.a."

 

Non meno fastidio aveva già provocato nei dipendenti il contenuto di una bozza di accordo sindacale che prevedeva un intervento di "sostegno" ai lavoratori considerato dagli stessi umiliante: "Ai lavoratori che, nelle 12 settimane decorrenti dal 30.3.2021, saranno anche solo parzialmente collocati in cassa integrazione, potranno essere concessi prestiti non onerosi di importo pari ad € 5,00 per ogni ora di sospensione per cassa integrazione e comunque entro i massimali di Cig stabiliti dall’Inps per il 2021."

 

Un "impegno" da parte dell'azienda che in ogni caso non avrebbe superato il massimale complessivo fissato in 195 mila euro, in pratica per tutti i dipendenti il valore di un paio di consulenze esterne!

 

Adesso arriva la notizia di un esposto formale quello depostitato presso la Guardia di Finanza, l'Ispettorato del Lavoro e l'ENAC dal dr. Salvatore Ventimiglia, Segretario Generale  del sindacato nazionale C.U.B. Trasporti di Catania.

 

Il sindacato ha così denunciato formalmente "le precarie condizioni in cui versano molti lavoratori dipendenti della S.A.C. Società Aeroporto Catania, società soggetta a direzione e coordinamento da parte della CCIAA di Catania, Ragusa e Siracusa della Sicilia Orientale." 

 
Per la CUB, "il notevole decremento del traffico aereo a cui si è assistito a seguito dell'adozione da parte del Governo delle misure di contenimento del contagio da Covid-19 ha ingenerato nei vertici dello scalo aeroportuale occasione per ricorrere nei confronti del personale aeroportuale a forme di ammortizzatori sociali, talora in maniera molto "discutibile", attraverso provvedimenti fortemente lesivi delle posizioni lavorative e dei connessi diritti di molti dipendenti della predetta società aeroportuale."

 

E contesta il mancato rispetto degli accordi sindacali: "Attraverso l'accordo sindacale siglato in data 27.03.2020 è stato attuato un programma di collocazione in CIGS, modulato in applicazione di specifici criteri, tra i quali: la valutazione delle "esigenze tecniche, organizzative e produttive della società, tenuto conto dei presidi minimi necessari per garantire l'espletamento delle residue attività aziendali"; la priorità ai lavoratori volontari (in caso di molteplici richieste si garantiva la rotazione tra gli stessi); l'applicazione del criterio di rotazione del personale fungibile all'interno dei singoli settori; il rispetto del limite massimo dell'80% delle ore lavorabili nell'unità produttiva."

 

"Tuttavia, - prosegue la nota -nonostante l'esistenza in capo all'azienda dell'obbligo di attuazione dei criteri di scelta sopra indicati, dopo 12 mesi, è possibile rilevare come tali disposizioni siano state oltremodo disattese, con l'inesistenza di un programma di ricollocamento dei lavoratori."

 

"In ossequio al principio della gestione trasparente ed affidabile di ogni azienda, in special modo delle società a partecipazione pubblica, risulta imprescindibile il rispetto dell'obbligo di attuazione di criteri di scelta e di rotazione dei lavoratori per i quali sono stati attivati gli a mmortizzatori sociali durante il periodo dell'emergenza epidemiologica. La mancata ottemperanza di tali previsioni, considerando la pesante penalizzazione economica per i lavoratori, costituisce grave violazione dei principi di non discriminazione, correttezza e buona fede, fonte di responsabilità per l'amministrazione aeroportuale, oltre che di condotta antisindacale."

 

"Tuttavia, non solo l'azienda ha adottato meccanismi difformi a quelli previsti in sede di accordo sindacale, ma ha posto in essere un sistema di utilizzazione delle risorse distorto, imponendo ai lavoratori di espletare le proprie mansioni in orari ridotti."

 

"Inoltre, la situazione viene ad essere ulteriormente gravata per i lavoratori che espletano anche la funzione di RUP nelle varie procedure."

 

"Quanto sopra - per la CUB - determina a carico del lavoratore, a fronte di una notevole contrazione dell'orario di lavoro, responsabilità sia in ordine alle mansioni contrattualizzate, che per l'adempimento secondo legge degli obblighi previsti in capo al RUP, con dovere di stretta vigilanza e controllo sulle procedure affidate."

 

"Ne consegue che, al fine di adempiere correttamente alle proprie mansioni, i lavoratori interessati da tale doppia obbliga zione sono costretti a lavorare anche oltre le previste ore di lavoro, residue dalla CIGS, oggi CIGD, nel tentativo di predisporre efficientemente tutto il piano di attività e non incorrere nelle previste responsabilità."

 

"Inoltre, a fronte della grave crisi economica ed emergenziale, cui è conseguenza la collocazione in ammortizzatori sociali dei lavoratori dipendenti, la società ha destinato ingenti impegni di spesa a titolo di consulenze esterne per l'espletamento di cariche ed attività che ben potevano essere rinvenute e svolte dal persona le in forza."

 

"Costituisce ormai fatto notorio la consuetudine della società di affidarsi a collaboratori esterni, piuttosto che avvalersi delle figure professionali già in organico, invece indiscriminatamente posti in cassa integrazione."

 

"Tuttavia, se tale circostanza, seppur sempre denunciata, poteva ritenersi dapprima "tollerabile" dai lavoratori, oggi ciò è impossibile, determinando una piena esigenza di tutela da parte delle Autorità preposte.

 

Infine, si evidenzia che la situazione descritta ha imposto alla scrivente Segretaria la proposizione, in data 26.11.2020, di una convocazione, nella quale poter instaurare un confronto con l'Amministrazione SAC sulle misure applicate durante l'emergenza sanitaria. Tuttavia, anche tale incontro è stato fermamente negato dalla società."

 

Il sindacato CUB ha chiesto quindi alle competenti autorità, "previo accertamento della condotta illegittima perpetrata da parte datoriale ai danni dei lavoratori, in violazione dei principi di non discriminazione, correttezza e buona fede nel rapporto di lavoro, di gestione trasparente ed affidabile dell'azienda, nonché del criterio di scelta e rotazione dei lavoratori nell'ambito della cassa integrazione, anche attraverso l'affidamento di incarichi professionali a persone esterne a scapito delle già esistenti figure a ll'interno dell'azienda collocati in CIGD, di adottare tutti gli opportuni provvedimenti, per eliminare la situazione lesiva e, per l'effetto, emettere tutte le dovute sanzioni previste dalla legge."

 

"In particolare, si chiede all'Ispettorato Territoriale del Lavoro di voler disporre la convocazione della società datoriale indicata al fine di valutare la legalità e correttezza dei rapporti di lavoro e di garantire un'adeguata tutela dei lavoratori."


Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder