381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
900x250 fringe
900x250 fringe
900x250 fringe
sudpresslogo

Il Giornale che pubblica una notizia e scatena l'inferno

AUTORI

sudpresslogo

CONTATTI

sudhitech (1280 x 720 px)
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

IN EVIDENZA

Povertà a Catania: il dossier della Caritas atto d'accusa implacabile contro la casta dei politicanti senza arte né parteSu Sudsport Pallanuoto, buona la prima gara dei play off per Giorgini Muri AntichiDIBATTITO PER CATANIA (e non solo), Antonio Pogliese: "Gli intellettuali scendano in campo"Su Sudsport Pallanuoto, ora si fa sul serio: semifinale play off gara 1 Giorgini Muri Antichi vs. PescaraSuccesso per Rigoletto al Teatro Placido MandaniciBenedettini: solidarietà per la Palestina o per il proprio ego?La fame nel carrello, la spesa come arte tra bonus e volantini.SAC-Aeroporto di Catania: la cerimonia per i 100 anni, ma quanto è costata?Su Sudsport Entra nel vivo il Giro di Sicilia: 200 auto storiche nel ricordo dell'epopea dei FlorioEx Santa Marta, una futura distesa di cemento a cielo aperto?

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

Antonio Presti, poeta dell'arte e della bellezza: un viaggio tra visione e gratitudine

22-02-2024 05:30

Elisa Petrillo

Cronaca, Cultura&Spettacolo, Focus,

Antonio Presti, poeta dell'arte e della bellezza: un viaggio tra visione e gratitudine

Video intervista ad un uomo che ha dedicato la propria vita e tutte le sue risorse a fare della Bellezza lo strumento per migliorare il mondo

“Il sapere è libertà, l’ignoranza schiavitù”. 

 

Un concetto profondo ed universale che racconta il maestro Antonio Presti, poeta dell'arte e della bellezza la cui vita e lavoro incarnano una romantica missione: trasformare il paesaggio e le comunità attraverso l'arte, come un giardiniere che semina fiori di cultura in un campo urbano. 

 

Come un artista che dipinge la realtà con i colori dell'immaginazione, Presti usa la sua passione e le sue risorse per creare bellezza in luoghi inaspettati, come il quartiere catanese di Librino, con la porta della Bellezza donata dal mecenate e dalla Fondazione Fiumara d’Arte nel 2009 e di recente nel 2023, quella delle Farfalle, donando nuova vita a spazi trascurati e cuori dimenticati. 

 

La sua opera è un invito all'amore per l'arte, un inno alla speranza e alla trasformazione, che fiorisce nel cuore della Sicilia e oltre. 

 

La Fiumara d'Arte, un museo all'aperto situato nel comprensorio di Tusa, che conta nove opere di artisti di fama mondiale, è stato uno dei progetti più rinomati, che hanno trasformato un'intera area in un centro di arte contemporanea a cielo aperto, attirando visitatori e appassionati da tutto il mondo.


La sua filosofia, che fonde l'arte con la bellezza dell'animo umano, ha trovato una nuova conferma nel recente riconoscimento ricevuto: il premio Candelora d’oro 2024, in occasione delle festività in onore di S. Agata, simbolo della luce che l'arte può portare nella società e che ha dedicato a tutto il quartiere e l’impegno che negli anni ha dimostrato di avere tutta la comunità nel custodire queste creazioni artistiche.


Presti ha dedicato la sua vita a promuovere la cultura come strumento di crescita sociale e personale. 

La sua opera è un inno alla bellezza, non solo quella estetica, ma quella interiore, che si manifesta attraverso la generosità e l'impegno verso gli altri e verso il mondo che ci circonda.


Una delle tematiche più care a Presti è il concetto di ringraziare l'ingratitudine. 

 

Questa visione, apparentemente contrastante, svela una profonda verità sulle dinamiche umane e sulla pace interiore. 

Ringraziare l'ingratitudine, secondo Presti, non è un atto di resa, ma un potente strumento di liberazione. 

È il riconoscimento che, anche di fronte al mancato riconoscimento o alla mancanza di apprezzamento, il valore delle nostre azioni e della nostra arte rimane inalterato. 

Questa prospettiva aiuta a restare in pace con sé stessi, a mantenere la propria integrità e a proseguire il cammino della creatività e del contributo sociale senza farsi scoraggiare.


L'attenzione di Presti sul valore della visione della bellezza traspare in ogni suo progetto e iniziativa. 

La bellezza, per lui, è la chiave per risvegliare le coscienze, stimolare il pensiero critico e promuovere il benessere collettivo. 

È attraverso la contemplazione e l'esperienza della bellezza che possiamo aspirare a una società più armoniosa e coesa.

 

“La cecità di occhi che guardano ma non vedono; in questa società si guarda troppo al consumo, all’apparire, ognuno di noi ha la tendenza a prendere e non a restituire. Librino è la testimonianza che quando si restituisce con il cuore, si tocca il cuore e si restituisce la bellezza. Qui davanti alla porta delle farfalle non c’è una testimonianza della bellezza ma una manifestazione della bellezza. E qui il metafisico ha restituito la visione della bellezza.”


E come riconoscimento di questa sua sensibilità artistica dalla Regione siciliana arriva un finanziamento di 340 mila euro per la realizzazione della prima edizione de “La triennale della contemporaneità”. 

La norma inserita nel “collegato finanziario”, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale, garantisce copertura al percorso di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale della Fiumara d'Arte, finalizzata a selezionare ogni tre anni una serie di opere e artisti innovativi, che possano alimentare l'immaginario della fondazione all'interno delle aree Fiumara d'Arte (museo a cielo aperto di sculture monumentali), Atelier sul Mare (museo-albergo), quartiere Librino a Catania (Magma-museo a cielo aperto), Etna-belvedere dell'anima.


Con la sua incessante ricerca della bellezza e del suo potere trasformativo, Antonio Presti, si conferma un esempio luminoso di come l'arte possa elevare lo spirito umano e contribuire a costruire un mondo migliore.


Leggi anche:


image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder